Codacons: “In 15 anni di crack in fumo € 44 miliardi tra azioni e obbligazioni”

Consumatori in piazza a Roma per la "Giornata nazionale del Risparmio tradito": "Oltre 1,2 milioni di italiani nel baratro".

578 0
578 0

Anche il Codacons partecipa alla “Giornata Nazionale del Risparmio Tradito” in corso mercoledì 4 ottobre a Roma, con una manifestazione in Piazza Montecitorio che chiama a raccolta tutti i risparmiatori coinvolti nei crac bancari o che hanno visto andare in fumo i propri investimenti.

Banche: Casini presidente della commissione bilaterale d’inchiesta

“Chiediamo al Governo di impegnarsi concretamente per tutelare i risparmiatori italiani – spiega il presidente Carlo Rienzi -. Finora infatti le istituzioni hanno pensato solo a salvare le banche, abbandonando i piccoli investitori al loro destino, e i responsabili di truffe e raggiri a danno dei risparmiatori sono ancora a piede libero o addirittura continuano ad operare nel settore bancario, realizzando una beffa intollerabile per migliaia di cittadini che hanno visto andare in fumo i propri risparmi”.

«L’abbaglio dei titoli dei giornali: grande rischio per i risparmiatori»

In occasione della “Giornata Nazionale del Risparmio Tradito”, il Codacons ricorda che “negli ultimi 15 anni, tra il 2001 e il 2016, i crac finanziari che si sono succeduti nel nostro paese e all’estero hanno trascinato nel baratro oltre 1,2 milioni di italiani, i quali hanno visto andare in fumo complessivamente quasi 44 miliardi di euro investiti in azioni, obbligazioni e titoli vari, con una perdita media di 35.154 euro a risparmiatore”.

In this article

Scrivi un commento