Standard & Poor’s, rating: assoluzione a Trani, niente manipolazione del mercato

Il Tribunale di Trani ha assolto cinque tra manager e analisti di Standard & Poor’s e la stessa societa’ di rating, accusati di manipolazione del mercato. Il processo …

941 3
941 3

Il Tribunale di Trani ha assolto cinque tra manager e analisti di Standard & Poor’s e la stessa societa’ di rating, accusati di manipolazione del mercato. Il processo era nato dopo le speculazioni seguite al declassamento del rating sovrano italiano da parte di S&P nel 2011.

Il Tribunale di Trani ha assolto dall’accusa di manipolazione del mercato anche l’allora capo della sede londinese di Fitch

Le motivazioni della sentenza arriveranno entro 90 giorni e in base a quelle la Procura valutera’ se andare in appello.

La decisione del Tribunale di Trani di ogg: tutti assolti a Tranii “conferma in modo inequivocabile come in tutti questi anni la societa’ sia stata oggetto di illazioni fantasiose. Finalmente e’ stata resa giustizia alla societa’ e ad ognuna delle persone che quotidianamente lavorano con onesta’ e competenza professionale”. Cosi’ Standard & Poor’s commenta la sentenza che assolve societa’ dipendenti e manager dall’accusa di manipolazione del mercato.

“Abbiamo sempre riposto tutta la nostra fiducia nella correttezza delle nostre azioni e nelle capacita’ dei giudici che hanno dissolto ogni dubbio sull’integrita’ e sulla qualita’ del nostro lavoro”, aggiunge la societa’. (RADIOCOR)

(in fase di scrittura)

In this article

Scrivi un commento

3 commenti

  1. belfagor

      

    naka hai straragione, era ovvio che S&P sarebbe stata assolta, e lo sara’ anche in appello. In termini di diritto non c’era l’intento di colpire l’Italia o di speculare sul default del nostro paese, soltanto la grossolana negligenza da parte dell’agenzia usa di non adeguare in tempo i rating e soprattutto il fatto che i rating sono pagati dal committente! Che poi una causa di livello internazionale venga discussa nel tribunaletto periferico di una cittadina sconosciuta come Trani, lo trovo smaccatamente assurdo e segno del decadimento del nostro sistema legale. E pensare che avevo 30 e lode in Diritto Romano! Azzz che tempi ragazzi.

    1. Nakatomy

        

      Mamma miaaa stiamo finendo in malora dici ???

      Originariamente inviato da belfagor: naka hai straragione, era ovvio che S&P sarebbe stata assolta, e lo sara’ anche in appello. In termini di diritto non c’era l’intento di colpire l’Italia o di speculare sul default del nostro paese, soltanto la grossolana negligenza da parte dell’agenzia usa di non adeguare in tempo i rating e soprattutto il fatto che i rating sono pagati dal committente! Che poi una causa di livello internazionale venga discussa nel tribunaletto periferico di una cittadina sconosciuta come Trani, lo trovo smaccatamente assurdo e segno del decadimento del nostro sistema legale. E pensare che avevo 30 e lode in Diritto Romano! Azzz che tempi ragazzi.

       

  2. Nakatomy

      

    Cesare cosa pensavi il contrario ?   Ah ah ah ah ah 
    Sai noi del forum lo  sapevamo che sarebbe finita con una assoluzione piena :))))))))))))
    Piccola chicca ,   nessuno del governo o istituzione finanziaria italiana si era costituita parte civile a suo tempo .
    Non ti sembra strano ?    :))))))))))))))))))))))))