Un sito nuovo di economia, oltre i prevedibili paradigmi

Un messaggio a chi ha resistito continuando a cliccare qui in questo periodo di transizione (oltre 14.000 utenti unici al mese).

74 0
74 0

cari lettori,

entro la prima settimana di settembre avrete la sorpresa di poter sfogliare le pagine di un sito nuovo, per impostazione editoriale e scelta degli argomenti trattati: Economista.info. Alcuni di voi vengono da vecchie esperienze legate alle scelte di precedenti proprietà, molti ci scopriranno per la prima volta. A tutti auguriamo il benvenuto!

Del passato, abbiamo ereditato la forma grafica e il layout del sito, che nel corso dei prossimi mesi sarà ripulito e corretto a seconda delle nuove esigenze. I cambiamenti si vedranno subito sulla scelta dei temi, l’aggressiva selezione di news e analisi nelle grandi “zone” prioritarie come economia, mercati finanziari, geopolitica, politica interna. Troverete un taglio e un’angolatura diversi e più profondi nel modo di filtrare ciò di cui merita parlare, siamo sicuri riconoscerete autonomia di giudizio, indipendenza e “non partigianeria” rispetto alla narrazione prevalente tratta dalle abituali fonti media e agenzie di stampa.

Vi ringraziamo  fin d’ora per la pazienza. E a tutti coloro che hanno continuato a cliccare qui in questo lungo periodo di transizione (oltre 14.000 utenti unici al mese pur con un sito “congelato”) chiediamo fin d’ora di segnalarci temi, argomenti, notizie, approfondimenti e analisi controcorrente, con un post (per registrarti, parti da qui) o inviandoci un’email alla casella di posta:  https://www.economista.info/contatti/

grazie e buone vacanze!

In this article

Scrivi un commento