L’imprenditore padovano Egidio Maschio si uccide in azienda

Egidio Maschio, 73 anni, imprenditore di Campodarsego, fondatore con il fratello Giorgio, del gruppo Maschio Gaspardo, leader multinazionale nella produzione di attrezzature agricole, si è ucciso stamane nella …

1174 0
1174 0

Egidio Maschio, 73 anni, imprenditore di Campodarsego, fondatore con il fratello Giorgio, del gruppo Maschio Gaspardo, leader multinazionale nella produzione di attrezzature agricole, si è ucciso stamane nella sua azienda a Cadoneghe, alle porte di Padova. Si è sparato con un fucile al petto poco dopo le 6.30 in ufficio, dove era arrivato da poco.

Il corpo senza vita è stato trovato da un dipendente. Il Gruppo Maschio Gaspardo Spa è una multinazionale leader nella produzione di attrezzature agricole. È ancora mistero sulle cause del gesto. A inizio mese l’azienda, di cui la famiglia Maschio era azionista di maggioranza, aveva deciso di affidarsi per la guida manager esterni, con la nomina di Massimo Bordi ex dg di Ducati e vicepresidente di MV Augusta, come nuovo Amministratore Delegato e Paolo Bettin in qualità di Chief Financial Officer (CFO).

L’azienda conta 19 grandi centri produttivi, 16 in Italia e 3 all’estero: in Romania, Cina e India, ed è presente in tutto il mondo con 12 filiali commerciali. L’avventura industriale dei due fratelli Maschio era iniziata nel 1964 quando i due giovani avviarono la produzione nella stalla della loro casa. Quell’edificio agricolo, trasformato in laboratorio meccanico, dopo cinquant’anni è oggi un grande Gruppo industriale internazionale.

«Sono sconvolto. Con Egidio Maschio ci lascia un grande imprenditore, ma anche un grande uomo che ha legato la sua storia imprenditoriale e personale al Veneto», commenta il presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia.

 

In this article

Scrivi un commento